Jean-Jacques Rousseau. Memoria e modernità. Luci e ombre nel tricentenario della nascita (1712-2012)
Jean-Jacques Rousseau. Memoria e modernità. Luci e ombre nel tricentenario della nascita (1712-2012)
Nell’anno 2012 è stato celebrato in tutto il mondo il tricentenario della nascita di Jean-Jacques Rousseau, “il genio della modernità”, inventore tra le altre cose, della democrazia, della convivenza civile, della libertà di pensiero, dell’analisi storica e sociale, d’innovativi principi educativi, dell’etnomusicologia, precursore del romanticismo e dell’ecologia. Come Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre abbiamo inteso prendere parte a queste celebrazioni con due iniziative, svoltesi nel 2012 nel corso di due Giornate di studi, che intendevano ricordare ai nostri studenti l’importanza e il significato dell’opera di J.-J. Rousseau nel panorama della cultura europea. Poiché il contributo di J.-J. Rousseau non si limita all’ambito pedagogico e alla sua notissima opera Emile ou de l’éducation, pubblicata nel 1762, abbiamo voluto dare spazio ad altri aspetti significativi del suo pensiero nei campi della musica, della letteratura, delle scienze della natura, e nel campo sociale, economico e politico. In secondo luogo ci siamo proposti, come studiosi di Psicologia dello sviluppo, di attirare l’attenzione su un paradosso dell’atteggiamento di J.-J. Rousseau verso l’infanzia, quello che lo vede abbandonare 5 figli nell’Istituto degli “Enfants trouvés” di Parigi e dieci anni più tardi essere l’autore del suo famosissimo trattato di pedagogia. Il presente volume, a cura di Merete Amann Gainotti e Giovanni Maria Vecchio contiene parte dei contributi relativi alla seconda Giornata di Studio dal titolo “Luci e Ombre in Jean-Jacques Rousseau”, ed altri testi di relatori che hanno partecipato alla prima Giornata di Studio.
Autore: Amann Gainotti Merete
Editore: Aemme Publishing
Anno: maggio 2013
Edizione: prima
ISBN: 978-88-96252-32-1
Prezzo: € 12,00
Collane: Psicologia dello sviluppo