Il savantismo e il difficile rapporto tra eccellenza e noia
Il savantismo e il difficile rapporto tra eccellenza e noia
Possiamo interrogarci sulle abilità della nostra mente? Da che cosa dipendono il livello e la qualità di un’abilità umana? È in tali due domande che è racchiuso il tema principale di questo libro. La sindrome del savant, come altre sindromi, è oggi più nota alle scienze umane, anche se abbiamo cominciato a riconoscerla molto tardi nel tempo. Secondo Darold A. Treffert, autore di Islands of genius, i savant sono “spettacolari isole di talento o intelligenza che spiccano per il loro paradossale contrasto con la gravità dell’handicap”. È stato da più parti notato che altre sindromi e disturbi hanno una grande coerenza, una profonda contiguità, delle sorprendenti similarità con la sindrome del savant: l’autismo, l’ADHD, perfino un DSA sembrano condividere con essa alcune caratteristiche importanti, in numero percentualmente più elevato che in passato.
Autore: Silvia Di Diodato
Editore: Aemme Publishing
Anno: settembre 2016
Edizione: prima
ISBN: 978-88-96252-25-3
Prezzo: € 12,00
Collane: Tracce e fenomeni